Assistenza

Indice di qualità dell'aria esterna

Indice di Qualità dell'Aria

L'Indice di Qualità dell'Aria (IQA) compare nella dashboard esterna.

Help-Center_AirQuality_1_IT.png

Nella schermata della qualità dell'aria troverai anche informazioni aggiuntive come l'inquinante principale e l'attuale indice di qualità dell'aria.

Help-Center_AirQuality_2_IT.png

L'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente (EPA) ha assegnato un colore specifico a ciascuna categoria dell'indice di qualità dell'aria (AQI) per facilitare la comprensione dei livelli di inquinamento dell'aria all'interno del proprio territorio. Ad esempio, il colore arancione indica che le condizioni sono "insalubri per i soggetti più vulnerabili", mentre il rosso che le condizioni possono essere "insalubri per tutti" e così via.

Help-Center_AQI_IT.png

Interpretazione dell'indice di qualità dell'aria

Nell'indice di qualità dell'aria (AQI) si distinguono sei categorie:

Un indice di qualità dell’aria considerato “buono” registra valori compresi tra 0 e 50. In tal caso, la qualità dell'aria è considerata soddisfacente con rischio di inquinamento atmosferico minimo o nullo.

Un AQI "moderato" è invece compreso tra 51 e 100. La qualità dell'aria è accettabile; tuttavia, alcuni inquinanti possono causare problemi di salute in certi soggetti. Ad esempio, chi è sensibile all’ozono potrebbe accusare sintomi respiratori.

Un indice di qualità "insalubre per i soggetti più vulnerabili" è compreso tra 101 e 150. Sebbene questa categoria non riguardi la maggior parte delle persone, i soggetti affetti da malattie polmonari, gli anziani e i bambini corrono un rischio più elevato derivante dall'esposizione all’ozono. Inoltre, la presenza di particelle nell’aria è nociva per i soggetti cardiopatici con patologie polmonari, gli anziani e i bambini.

Un indice AQI "non salutare” registra valori compresi tra 151 e 200. In tal caso, qualsiasi soggetto, anche perfettamente in salute, può manifestare disturbi legati a una cattiva qualità dell’aria, mentre i soggetti più sensibili rischiano effetti più gravi.

Un AQI "molto malsano" è compreso tra 201 e 300. Ciò comporta lo scattare di un'allerta sanitaria per rischio di gravi problemi di salute su larga scala.

È considerato infine "pericoloso” un indice di qualità dell’aria superiore a 300. In tal caso, viene dichiarato uno stato di emergenza sanitaria. L'intera popolazione potrebbe essere colpita.

Chi fornisce l'indice di qualità dell'aria esterna?

L'indice di qualità dell'aria esterna (AQI) ci viene fornito da AerisWeather, nostro partner.

Aggiornato

Questo articolo ti è stato utile?